Taglierina per scrapbooking: Quale scegliere?

Consigli per acquistare una buona taglierina per scrapbooking

taglierina_per_scrapbookingQual è la migliore taglierina per scrapbooking? Questa è’ la domanda più diffusa che si pongono le scrapper alle prime armi: c’è quella di Marha Stewart, la taglierina Fiskars e quelle in vendita nei negozi tipo Buffetti o con le offerte Lidl, ma quale prendere?
Se tutti i prodotti tagliassero con efficienza o durassero nel tempo, scegliere una taglierina per scrapbooking sarebbe semplice (ce ne sono così tante!). Ma poiché non tutte le taglierine sono efficienti, ho voluto scrivere questo post per far chiarezza sui vari tipi di taglierine per scrapbooking e darvi qualche consiglio nel caso in cui aveste intenzione di acquistarne una.

Taglierina a ghigliottina e taglierina a lama scorrevole

Possiamo differenziare le taglierine in due categorie: quelle ad uso domestico o semi-professionale e quelle professionali. Per progetti di scrapbooking e card making vanno bene le taglierine ad uso domestico, cioè, taglierine per carta e cartoncino che tagliano formati non più grandi degli A4/A3 e hanno un prezzo che oscilla dalle 10 euro alle 50 euro.

Le taglierine ad uso domestico a loro volta si dividono in taglierine a ghigliottina e taglierine a lama scorrevole. La differenza fra le due tipologie è che mentre la taglierina a ghigliottina taglia per mezzo di una leva, quelle a lama scorrevole tagliano attraverso una lama inserita in un binario.

La scelta dipende dall’uso che ne faremo: se ho dei volantini o molti fogli di carta da rifinire ai bordi, una taglierina a ghigliottina è più comoda perché permette di tagliare più fogli contemporaneamente. Per lavori più “minuziosi” tipo biglietti di auguri o tags, è più indicata invece una taglierina con lama scorrevole.

Per lo scrapbooking è fondamentale avere una taglierina con lama scorrevole che permetta anche di cordonare.

taglierina_cordonatura

Taglio e cordonatura in un solo strumento

Come è immaginabile, nello scrap e nel card-making bisogna piegare oltre che tagliare. E per piegare bene, bisogna prima cordonare. La cordonatura è un sistema di impressione a secco che serve per piegare facilmente carta e cartoncino. Avete presente i solchi che ci sono sulle scatole di cartone da montare? Ecco, quella è la cordonatura!

Per evitare di acquistare due prodotti separati (scoring board + taglierina) la soluzione migliore è scegliere un prodotto che abbia entrambe le funzionalità, ovvero, optare per una taglierina per scrapbooking che possa all’occorrenza, tagliare o cordonare.
Non sono molte le taglierine con entrambe le caratteristiche. Fra queste vi ricordo la taglierina Fiskars e quella Lidl, taglierine per scrapbooking che piegano e tagliano grazie all’inserimento di lame intercambiabili.

Taglierina Lidl: vale la pena acquistarla?

La taglierina Lidl, in vendita periodicamente fra le offerte relative a ufficio e cancelleria, è fra le taglierine più economiche. Si può usare a ghigliottina o in orizzontale, ha il sistema per cordonare e persino quello per il pre-taglio. Idealmente sarebbe la taglierina per scrapbooking perfetta. Peccato che non tutte le funzioni descritte funzionino al 100%. Le opinioni degli utenti fb che hanno avuto modo di provarla sono quasi tutte unanimi: il braccio della ghigliottina taglia storto e… quando si consumeranno le lame con cosa si potranno sostituire? Obsolescenza programmata anche nel mondo del craft? Finché avrà questi difetti forse non vale la pena acquistarla ed è meglio scegliere una taglierina per scrapbooking che duri nel tempo.

Taglierina Fiskars opinioni

Dopo aver provato un paio di taglierine per scrapbooking, la mia opinione è che la Fiskars è quella con cui mi sono trovata meglio in assoluto. Il modello che uso è con il braccio allungabile e l’ho scelta essenzialmente per cinque ragioni:

  • permette di tagliare con precisione fogli più grandi di un A4;
  • inserendo le lame per la piegatura si può usare per cordonare;
  • sulla base di taglio sono segnati diversi modelli da tagliare (biglietti da visita, buste da lettera etc);
  • la sostituzione delle lame è semplicissima (basta appoggiarla su un binario);
  • da sempre la Fiskars produce i migliori strumenti da taglio che vi siano sul mercato.

Uso la taglierina per scrapbooking Fiskars per tagliare:

  • carta e cartoncino di diverso spessore;
  • cartoncino ondulato;
  • fogli di acetato;
  • carta plastificata da 80 o 125 Mic;
  • gomma crepla;
  • fogli di TNT o feltro “scadente” da 1 mm.

(C’è da dire però che nel caso della gomma crepla e del feltro scadente la taglierina non taglia in profondità il foglio, ma crea dei solchi perfetti che poi è facile separare a mano).

Lame di ricambio per taglierina Fiskars

Come prima accennato, per la taglierina Fiskars sono disponibili due tipi di lame: quella da taglio (di colore arancione) e quella per la cordonatura (di colore nero).
Per non consumare in fretta le lame preferisco avere una lama per ogni tipo di materiale. I materiali spessi (tipo gomma crepla e TNT) consumano velocemente le lame e potrebbero spuntarle o piegarle. Considerando che le lame di ricambio Fiskars sono in vendita al paio, destinando a ogni materiale una lama non devo cambiarle con frequenza. Ciò vale sia per il taglio, che per la cordonatura. Inoltre, in commercio esistono lame compatibili non di marca che costano meno delle originali.

Taglierina Fiskars: Quando il taglio non è dritto

Può succedere anche con la taglierina Fiskars che il taglio venga storto. Se ciò dovesse accadere può dipendere da più motivi:

  • la lama si è piegata:
  • la pressione che usiamo sulla lama sposta il filo su cui quest’ultima appoggia;
  • il filo si è deformato.

Bisogna prima far una premessa: nella taglierina Fiskars le lame appoggiano su un filo inserito in un binario sulla base di taglio. Il filo serve solo a far scorrere meglio la lama. Con il tempo o per incuria (per esempio se si appoggiano oggetti sulla taglierina) può accadere che il filo si deformi. In questi casi, il taglio può risultare storto.
Capire se il taglio è storto a causa del filo, della lama o di uno scorretto uso di entrambe, è facile: se il taglio è storto sempre alla stessa altezza dei fogli sicuramente dipenderà dal filo. Se non vi è un punto ben preciso, può dipendere invece da una lama usurata o da poca praticità.

Non credo esistano fili di ricambio per le taglierine Fiskars, però nel caso in cui il taglio non venisse più dritto a causa del filo, quest’ultimo può essere tranquillamente eliminato. Il filo non è poi così fondamentale. Per staccarlo basta smontarlo alle estremità e una volta tolto, la taglierina ritornerà a tagliare perfettamente… provare per credere! L’importante è appoggiare la lama lungo un lato del binario.

taglierina_Fiskars_opinioni

Prezzo taglierina per scrapbooking marca Fiskars

Di taglierine per scrapbooking marca Fiskars ve ne sono diversi tipi: portatile, a lama rotante, con base in alluminio, adatte ai tessuti etc. Il modello appena descritto lo potrete acquistare al prezzo più basso su Amazon (poco più di 30 euro) ed è la Fiskars SureCut TM 30cm.
Può tagliare fino a dieci fogli da stampante contemporaneamente e ha il sistema di blocco per non far spostare la carta durante il taglio. E’ leggera ed occupa poco spazio… insomma è una taglierina per scrapbooking perfetta non solo per i principianti!

E voi? con quale taglierina vi siete trovate meglio? Se il post vi è stato utile lasciate un commento!

Articoli correlati

Commenta con fb, Wp o G+

9 thoughts on “Taglierina per scrapbooking: Quale scegliere?

  1. Ma pensa te che ho scoperto… mai visto il filo di cui parlavi! Ora taglierina in mano e ualaaaa! Consigli di toglierlo a prescindere o no?
    A me succede che il taglio non sempre viene netto… devo infatti poi passare con la carta vetrata fine sui bordi per un effetto preciso e nella scanalatura del taglio finiscono dei pezzetti di carta. Capita anche a te? Grazieeee per le info. Post interessantissimo.

  2. Buongiorno a tutti,
    alcuni mesi fa, da persona inesperata e volendo iniziare a fare scrabooking ho anticipato i tempi acquistando la taglierina/cordonatrice (tutto in uno) della Martha Stewart.
    Pensavo di avere acquistato il meglio, purtroppo ad oggi sono molto delusa, per cordonare è perfetta ma la taglierina secondo me è un disastro (forse non la so usare io nel modo giusto?);
    essendo sufficientemente grande per un foglio A4 ho provato a tagliarlo a metà e da qui il pasticcio:
    1 – non c’è nulla che tenga il foglio fermo, ti devi arrangiare con una mano
    2 – la barra in plastica nelle quale scorre la lama (avendo solo una mano a disposizione essendo l’altra impegnata a fermare il foglio) quando si preme per il taglio si sposta leggermente
    Risultato – il foglio viene tagliato storto ed è sprecato.
    Adesso sono alla ricerca di una taglierina semplice ma funzionale.
    Ciao

    1. Consolati… non sei l’unica che con la stessa taglierina di Martha si è trovata male, probabilmente perché è pensata più per le pieghe che per i tagli. Prova la Fiskars al link che c’è nel post e poi facci sapere come ti trovi! Personalmente ce l’ho da 6 anni, e a parte quel piccolo problema del filo, una volta risolto, ha sempre svolto al meglio le sue funzioni!

  3. Ciao! Io ho una vecchia Fiskars da quando ho iniziato nel lontanissimo 2002 – praticamente nel Giurassico:)) – e mi trovo benissimo! Ormai i numeri si sono scoloriti in alcuni punti ma direi che va ancora alla grande, le lame poi non le ho cambiate così spesso, per cui… Fiskars Forever!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...